Programma

La Criminologia Olistica (24 ore)

TEMATICA

Introduzione al master e la criminologia nei suoi concetti generali    

  • introduzione allo studio della criminologia, oggetto e campi della disciplina
  • cenni sulla criminologia e la criminalistica

Lo sviluppo storico del pensiero criminologico                              

  • Etica del mondo classico
  • focus sul pensiero di Cesare Beccaria e successivo approfondimento dell’evoluzione storica, sino ai giorni nostri, del pensiero criminologico.
  • cenni sulle teorie elaborate dalle principali Scuole criminologiche in Italia ed all’estero connesse alle sfide future dello studio della criminologia e della criminalistica
  • approfondimento sui principi della Scuola Classica, del modello deterministico positivista, della fenomenologia fino alle scienze delle complessità e dei modelli sistemici correlati ai nuovi traguardi
  • focus sulla psicologia criminale nel mondo investigativo e forense

 

L’approccio olistico alla criminologia sul piano filosofico e del metodo         

  • etica, morale e neuroetica della Scuola Olistica applicata alle Scienze crimino-investigative
  • rapporto tra criminologia e criminalistica connesso al funzionamento della società nel suo complesso
  • richiamo dello studio della criminologia dalle sue radici classiche-filosofiche, in analogia con la tragedia greca o con altre dinamiche ed in riferimento al momento contemporaneo: criminologia e letterature comparate
  • aspetti transdisciplinari e transculturali delle scienze umane (diritto, giurisprudenza, antropologia culturale, psichiatria forense, sociologia, psicologia sociale e di massa) che si fondono, integrandosi, con il metodo delle scienze sperimentali
  • geopolitica della crisi di civiltà e genesi della devianza nella prospettiva della sicurezza nazionale

Il Crime Analyst                                                               

  • etica, ruolo e funzione.
  • compiti, competenze e prospettive d’impiego di una nuova professione

Il Crime Analyst e gli applicativi informatici: aspetti teorici, pratici e case studies, in particolare

Introduzione

  • Presentazione Sistemi & Automazione
  • Introduzione – Clienti: PS e Privati
  • Servizi: la Consulenza, la Formazione e l’Assistenza
  • Metodiche
  • Analisi Visuale (Obiettivo, Concetto base, Metodologia)

Analisi visuale

  • Analyst’s Notebook
  • Rappresentazione relazionale
  • Rappresentazione temporale
  • Social Network Analysis
  • Analisi Cartografica GIS
  • Analisi Statistica BI
  • Flessibilità

Prodotti per l'analisi dei dati

  • Analisi Traffico Telefonico
  • Analisi dei Social Network
  • Analisi Societaria

Conclusioni

L’analisi Crimino-Investigativa (56 ore)

La metodologia della ricerca criminologica e l’analisi criminale nei suoi aspetti generali

Nel dettaglio:

  • concetti di metodo, metodologia della ricerca criminologica ed implicazioni etiche
  • le tipologie di ricerca
  1. ricerche di tipo quantitativo, qualitativo, trasversali o «cross-sezionali», longitudinali o «catamnestiche», metodo sperimentale
  2. le fasi della ricerca e i metodi della ricerca criminologica e le modalità di analisi (statistiche di massa; osservazione individuale; ricerche su gruppi campione; indagini sul campo; ricerche settoriali; interviste dirette; questionari; ricerche operative; studi predittivi; ricerche storiche)
  • la criminalità nascosta e le sfide future per ridurne l’incidenza
  • l’andamento della criminalità nel tempo e la distribuzione nello spazio
  • alcuni esempi di analisi della delittuosità

Acquisizione ed analisi delle fonti di “pubblico accesso

  • le fonti di rilevazione amministrative e quelle campionarie
  • l’attività di raccolta di informazioni mediante la consultazione di fonti di pubblico accesso
  • l’apprezzamento dei dati raccolti
La ricerca investigativa e quella in campo criminalistico

La criminalistica

  • la criminalistica, le sue generalità, i mezzi e le tecniche investigative e presupposti e criteri per l’indagine e modalità di individuazione di un S.I. (soggetto ignoto) e gli step della sua ricerca investigativa           
  • il dettaglio:
  1. analisi di una crime scene, definizione generale, modalità, sopralluogo e repertamento
  2. la scena del crimine informatico
  3. la dattiloscopia e le indagini balistiche, sui residui da sparo e foniche
  4. impronta biometrica e facial recognicion e il dicital forensic
  5. realtà virtuale
  1. l’interrogatorio nei suoi aspetti giuridici e tecnici
  1. cenni sulla memoria e decodificazione del linguaggio non verbale
  1. le intercettazioni (analisi e lettura)
  1. le banche dati delle Forze di Polizia italiane ed internazionali e gli archivi elettronici dei vari enti pubblici
  • brevi note su alcune metodologie d’indagini tecniche:
  1. la tanatologia forense e l’entomologia forense
  1. l’identificazione genetica (DNA e Banca dati)
  1. lo studio dei testi: la testologia, fraseologia, stilistica d’attribuzione la possibilità di datazione
  2. le indagini grafiche

La tecnica dell’osservazione e della descrizione

  1. definizione e generalità
  2. osservazione, pedinamento e appostamento sul campo
  3. la percezione
  4. tecnica dell’osservazione e della descrizione
  5. descrizione oggetti e persone

Analisi delle principali figure collegate 

alle Scienze Crimino-Investigative (64 ore)

Il delitto e l’autore (origine, perché, come, dove, predizioni):
  1. neuroscienze, neuroetica, psiconeurobiologia della devianza; la biologia dell’aggressività e dell’empatia. L’imputabilità, colpa e dolo, psicopatologia, identità e stati di coscienza. La perizia psichiatrica ed il suo utilizzo processuale; colpevolezza e pericolosità sociale come concetto e come prognosi
  1. il criminal e geographic profiling, il serial killer; lo speer killer; i mass murder secondo le classificazioni dell’FBI, l’omicidio singolo con riferimento al fenomeno del femminicidio
  1. l’autore del reato di pedofilia e di pedo-pornografica
  2. l’autore del reato il bullismo ed abuso su minore
  1. lo stalking, profilo psicologico e tutela giurisdizionale e i reati a sfondo sessuale, tecniche per il rilievo di un abuso
  1. le sette sataniche, il fascino del male, studio dei simboli e della ritualistica

La vittima

  1. studi di vittimologia. Analisi degli scritti, dei disegni e della storia anamnestica della vittima di un reato. La contestualizzazione sociologica e antropologica del contesto del reato.
  2. autopsia psicologica
  3. analisi di minori e donne vittime

L’investigatore                                                                 

  1. origine, ruolo, compiti, formazione ed etica
  2. aspetti introspettivi e profilo psicologico
  3. metodo multidisciplinare, i processi inferenziali, i rischi d’errore, giudizi e pregiudizi
  4. modalità di comunicazione con gli organi d’informazione
  5. sfide future
  6. analisi strutturale di una informativa di reato, errori, criticità e soluzioni

Il Pubblico Ministero ed il Giudice                                          

  1. ruolo e funzione e formazione etica, giudizi e pregiudizi
  2. psicologia degli accusatori e dei giudicanti
  3. dinamiche d’aula e costruzione della sentenza e delle sue motivazioni
  4. analisi di atti giudiziari redatti dalla pubblica accusa, errori, criticità e soluzioni
  5. prospettive future

L’analisi dellaProva Logica”                   

  1. la Logica come etica del pensiero e del ragionamento. Etica e diritto come Logica del comportamento umano
  2. diritto positivo e giusnaturalismo
  3. concetto di prova
  4. correlazioni tra prova logica e scientifica
  5. analisi del processo decisionale di un Giudice
  6. analisi di una sentenza errori, criticità e soluzioni

L’Avvocato

  1. le investigazioni difensive pro indagato e di parte civile
  2. psicologia dei difensori
  • etica processuale e relazioni con le parti processuali e il cliente
  • doveri e garanzie della difesa

L’indagine peritale                                                                     

  1. cenni etici e normatavi sulla figura del Consulente tecnico d’Ufficio e di parte e  le conseguenti potenzialità dell’utilizzo del loro operato

Il Carcere

  1. l’esecuzione delle pene e criticità applicative e prospettive future
  2. elementi di diritto penitenziario ed diritto penitenziario e misure alternative e aspetti psicosocioriabilitativi della pena
I mezzi di comunicazione
  1. analisi del ruolo dei mezzi di comunicazione nell’ambito di un’inchiesta giudiziaria
  1. analisi delle modalità e schemi di comunicazione con i mass media,  nelle fasi investigative e processuali, degli inquirenti, della difesa e del giudicante
  1. analisi del rapporto crimine e media, con riferimento alla funzione dei quotidiani, del web, social network e televisione
  1. giornalismo investigativo/giudiziario in tutte le sue implicazioni ed effetti sulle indagini
  1. tracce di crimini reali nella letteratura, nel cinema e nella televisione
  1. media e crimine: efficacia, aspetti etici e future sfide

Analisi dei principali fenomeni criminali e

i loro profili evolutivi (40 ore) 

Le mafie nell’attuale e futuro proscenio nazionale ed internazionale
Criminalità organizzata endogena con correlazioni all’estero (mafia siciliana, ndrangheta, camorra e sacra corona unita, mafia del brenta, giostrai e nomadi, criminalità romana)
Criminalità organizzata esogena in Italia (albanese, maghrebina, nord africana, rumena, centro africana, ex Sovietica, cinese, giapponese e sudamericana)
Focus sulcaso della Nigeria - la mafia Nigeriana”

Analisi della situazione connessa alla criminalità economica

  1. reati societari, riciclaggio, frodi e truffe
  2. reati in campo medico; insider trading; pubblicità ingannevole
  3. corruzione dei pubblici ufficiali
Analisi del fenomeno delle eco/agromafie e influenze del sistema anticorruzione  
Utilizzo a fini di ricerca degli atti giudiziari
Focus sull’eversione interna e terrorismo nazionale
Analisi del quadro della minaccia del terrorismo internazionale e linee di gestione degli eventi terroristici internazionali
Focus sui reati connessi al terrorismo internazionale con particolare riferimento ai fenomeni criminali aventi matrice nei paesi medio-orientali
Cybercrime: le nuove frontiere del crimine organizzato

Analisi dell’Homeland Security (20ore)

La sicurezza                                                                                  

  1. generalità, concetto, evoluzione storica, il sistema di sicurezza nazionale
  2. l’assetto giuridico e quadro normativo del sistema italiano afferente la “pubblica sicurezza”, le autorità di pubblica sicurezza nazionale e locale

Il ruolo delle Prefetture – Uffici territoriali del Governo

  1. funzioni di coordinamento strategico in materia di ordine e sicurezza pubblica, prevenzione generale e controllo del territorio
  2. sicurezza reale, evidente e percepita: problematiche interpretative;
  3. relazioni tra Enti pubblici locali e Autorità provinciali e nazionali di Pubblica Sicurezza. Il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica (CPOSP): composizione e funzioni. Le riunioni di coordinamento delle Forze di Polizia
  4. il concetto di “polizia di prossimità” e di “sicurezza integrata e partecipata” alla luce delle più recenti innovazioni legislative: georeferenziazione dei reati, azioni di contrasto, attività di analisi e prevenzione generale, banche dati, ruolo dello Stato e competenze degli Enti locali, partecipazione attiva dei cittadini al “sistema sicurezza
  5. patti territoriali per la sicurezza e la legalità – protocolli in materia di “controllo di vicinato
  6. rapporti tra pubblica sicurezza e sicurezza privata e aziendale: forme di collaborazione istituzionalizzate e non (protocolli)
  7. normativa vigente in materia di videosorveglianza, anche in riferimento alla tutela della “privacy” e all’eventuale impiego delle immagini registrate per finalità di Polizia Giudiziaria
  8. autorizzazioni di Polizia di competenza delle Prefetture, delle Questure e del Sindaco in qualità di Autorità locale di P.S.
  9. attività di comunicazione e informazione “antimafia” delle Prefetture e iscrizione delle aziende operanti in settori economici “a rischio” di infiltrazione della criminalità organizzata nelle c.d. “White List

Il Rapporto tra problematiche della sicurezza e principio di trasparenza dell’attività amministrativa:

  1. diritto di accesso civico
  2. modalità di acquisizione dati presso le banche dati ed informazioni in materia di ordine e sicurezza pubblica
  3. patti di legalità con i fornitori della pubblica amministrazione
  4. nuove frontiere della sicurezza quotidiana
Le strutture Antimafia e modalità della lotta al crimine organizzato con particolare riferimento all’aggressione ai patrimoni e alla normativa di riferimento
Focus sulla cooperazione internazionale di polizia come sistema di sicurezza per la lotta al crimine organizzato ed al terrorismo (Europol - Schengen – Interpol)

 


Right Arrow Borse di studio

Il Master in Crime Analyst mette in palio 3 Premi Studio del valore di € 1.500 che verranno assegnati alla fine del Corso agli studenti che avranno ottenuto il rendimento migliore  a seguito di un attenta valutazione di una commissione composta dai Direttori e dai Docenti del Master.

I premi di Studio sono rivolti a studenti italiani e a studenti appartenenti alla comunità europea.

Per ottenere il Premio di Studio, gli studenti devono essere regolarmente iscritti al Programma entro i termini previsti e secondo le modalità di pagamento delle rate.

Costo: 4.000 € + IVA, pagabili anche a rate

Agevolazioni
Sono previste agevolazioni in caso di due o più iscritti della stessa azienda.
Sono state stipulate delle convenzioni con strutture alberghiere in città che applicheranno tariffe agevolate agli iscritti al corso provenienti da fuori Milano.


Right Arrow Contatti

Tel: 02 891412311
Fax: 02 891412371 
[email protected]

Iscrizioni


Right Arrow Rete IULM

Masterx

ALIULM Associazione Laureati IULM