La moda vista: una rassegna

Cinema - Data pubblicazione 16 aprile 2024 - Data evento 18 aprile 2024

Un dialogo tra film e fashion film per gli studenti di Moda e industrie creative

La moda vista. Un dialogo tra film e fashion film

Nell’ambito del corso di Laboratorio di advertising dell'a.a. 2024 (Corso di laurea in Moda e industrie creative) è stata concepita una rassegna cinematografica che, in cinque incontri, abbina a ciascun film un fashion film. Ciò allo scopo di apprezzare gli stili e le caratteristiche dei fashion film e il rapporto che essi intrattengono con i loro fratelli maggiori ovvero le pellicole cinematografiche che trattano la moda nei suoi vari aspetti: sociali, economici, psicologici, imprenditoriali. I fashion film non si limitano ad ispirarsi alla settima arte, il cinema appunto, ma spostano un poco più in là a un tempo sia le barriere e i limiti dei commercial e in generale dei filmati pubblicitari, sia i limiti attuali del cinema settoriale di moda, proponendo nuove forme e nuovi stili attraverso un uso sapiente delle luci, delle ambientazioni, delle immagini, delle figure e della storia narrata.


La partecipazione alla rassegna è riservata agli studenti del Corso di laurea in Moda e industrie creative. La partecipazione degli studenti ad almeno sei proiezioni corrisponderà al completamento di 1 delle 4 attività, ai fini del conseguimento del Badge of Honour. Si specifica che per ogni incontro si prevedono due proiezioni, un film e un fashion film. Pertanto nei cinque incontri sono previste dieci proiezioni in totale.

Tutte le proiezioni si terranno in Sala dei 146 a partire dalle ore 17:00 (tranne quella del 9 maggio, che si terrà in Aula 402) e saranno introdotte e commentate dal Prof. Mauro Ferraresi, dal dott. Riccardo Caccia e dalla dott.ssa Giulia Tonucci.

***SI COMUNICA CHE E' STATA AGGIUNTA UNA NUOVA DATA ALLA RASSEGNA PER RECUPERARE LA VISIONE DEL FASHION FILM LUX AETERNA CHE SI TERRA' IL GIORNO 9 MAGGIO ALLE ORE 17:00 IN AULA 402 (IULM 4). ANCHE QUESTA PROIEZIONE SARA' VALIDA PER L'OTTENIMENTO DEL BADGE OF HONOUR***

Di seguito il programma completo della rassegna.

22 febbraio
Il diavolo veste Prada (The Devil Wears Prada, David Frankel, 2006) 1h49. Una ragazza diventa assistente della cinica e tirannica direttrice di una prestigiosa rivista di moda di Los Angeles.
A seguire: Le Mythe Dior di Matteo Garrone per Dior 14'43''. Realizzato per presentare la collezione Haute Couture Autunno-Inverno 2020-2021 della maison, il corto è un inno all'eleganza e la bellezza delle creazioni Dior, celebrato attraverso una narrazione onirica e sospesa. Tra realtà e fantasia, il film trasporta, infatti, gli spettatori in un universo senza tempo, quello dell’alta moda, offrendo uno sguardo sul rapporto tra mito e contemporaneità e illuminando l'essenza della maison Dior.

7 marzo
American Gigolò (American Gigolo, Paul Schrader, 1980) 1h57. Un gigolò di professione diviene l’amante della consorte di un senatore finendo implicato in una vicenda di omicidio.
A seguire: Una giacca (A Jacket) di Marco Armando Piccinini per Armani/Laboratorio 11'09''. Grazie a un progetto-laboratorio annuale di formazione cinematografica, Giorgio Armani rinnova il suo sostegno ai giovani talenti della settima arte, la sua più grande passione da sempre oltre la moda. Una giacca è il corto vincitore della prima edizione, che trasforma uno degli elementi centrali dell’estetica dello stilista in tema narrativo. Nove mentori d’eccezione hanno selezionato e guidato i partecipanti durante tutto il percorso, con una serie di lezioni teoriche e pratiche dall’inizio delle riprese fino al montaggio finale del film.

19 marzo 
Il filo nascosto (Phantom Thread, Paul Thomas Anderson, 2017) 2h10. Nell’Inghilterra del secondo dopoguerra uno stilista vive la sua professione come un rituale continuamente perpetrato.

18 aprile
Prêt-à-porter (Robert Altman, 1994) 2h13. Un campionario di umanità varia e colorita si incontra a Parigi in occasione della Settimana della moda.
A seguire: Carte Blanche di Julie Gautier per Iris Van Herpen 4'17''. Il fashion film di Gautier esplora l’idea della femminilità e della bellezza attaverso il simbolismo dell’acqua, in una coreografia che disincarna l’idea di controllo e dove i movimenti raccontano una storia di forza d’animo, resistenza e ricerca della libertà (dedicata alle donne afghane). Orchestrando ad arte i linguaggi della danza, del video e della couture, l’alta moda amplia i propri confini comunicativi verso temi sociali di più ampio respiro.

7 maggio
The Neon Demon (Nicolas Winding Refn, 2016) 1h57. Una giovane aspirante modella alle prese con il mondo “cannibale” della moda.
A seguire: Touch of Crude di Nicolas Winding Refn per Prada 13'13''. Il cortometraggio, realizzato per la collezione Primavera/Estate 2023 di Prada, presenta una serie di vignette che esplorano la femminilità moderna. Le protagoniste, vestite con abiti della collezione, si muovono in ambientazioni diverse, illuminate da luci al neon e accompagnate da una colonna sonora evocativa. Il film si propone come un'opera d'arte visiva che invita lo spettatore a riflettere sui diversi aspetti della donna contemporanea.

9 maggio (Aula 402, IULM4)
Lux Æterna
di Gaspar Noé per Yves Saint Laurent (50’)
Un'opera metacinematografica, il mediometraggio di Gaspar Noé, nella quale le attrici Charlotte Gainsbourg e Béatrice Dalle interpretano versioni fittizie di sé stesse sul set di un film su Giovanna d'Arco. Tra scene di stregoneria e discussioni sul set, il film esplora il rapporto tra cinema, donne e potere. Lux Æterna è un film provocatorio che vuole essere un invito a riflettere sul ruolo del cinema nella società e sul dominio contemporaneo delle immagini.

Scarica qui la locandina della rassegna