facebook

EUMEPLAT European Media Platforms

Responsabile: Andrea Miconi

Assessing Negative and Positive Externalities for European Culture
Anno 2020


Il progetto EUMEPLAT mira ad analizzare il ruolo delle piattaforme media nel promuovere o smantellare l'identità europea.

Nella maggior parte dei casi - ad esempio in quello dei film - le quote di mercato sono principalmente divise tra le produzioni nazionali e le importazioni dal paese egemone (USA), mentre gli scambi propriamente europei costituiscono l'eccezione più di che la regola.

Ci concentreremo sul processo di “platformizzazione”, inteso come il sorgere di nuove architetture Web chiuse, per indagarne le esternalità positive e negative, le conseguenze funzionali e disfunzionali. Le esternalità negative includono disinformazione, dibattito tossico, esclusione di voci indipendenti; le esternalità positive comprendono le coproduzioni europee, così come le pratiche in grado di portare le persone fuori dalla bolla dell'informazione. A tal fine, eseguiremo un'analisi multidisciplinare delle piattaforme in tre campi: informazione, condivisione video, rappresentazioni mediali, con l'obiettivo finale di offrire una sintesi teorica. La questione alla base della ricerca è se le nuove piattaforme - YouTube, Netflix, NewsFeed - stiano rendendo la cultura europea più europea, sulla base di indicatori relativi alla produzione, al consumo e alla rappresentazione. L’indagine sarà condotta da 12 partner in 10 diversi paesi [oltre all’Italia: Belgio, Bulgaria, Germania, Grecia, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia e Turchia] e i modelli saranno individuati mettendo a confronto i livelli nazionale, regionale ed europeo. Verranno applicati metodi avanzati per l'analisi dei dati, in modo da fornire linee guida per i policy makers (ad esempio, prevenzione delle fake news e migliori pratiche nelle coproduzioni).