facebook

Il segno di Zorro

Cultura - Data pubblicazione 26 ottobre 2020 - Data evento 18 novembre 2020

La presentazione online di un volume sul "supereroe" messicano è l'occasione per un dibattito sulla sua figura


Il 18 novembre dalle 16:30 alle 18:00 si terrà la presentazione online del volume Zorro's Shadow. How a Mexican legend became the first American Superhero dello studioso statunitense Stephen Andes, professore di Storia presso la Louisiana State University. Il libro prende in esame la figura del cavaliere mascherato e del suo ruolo nell'immaginario globale.

Nato sulle pagine delle riviste popolari nel 1919, l’eroe mascherato, vestito di nero, con la sua spada, cappello, mantello e cavallo, conteneva già in sé gli elementi pardigmatici del misterioso difensore della giustizia, dell’eroe popolare ma anche dell’alieno sociale che si muoveva nell’ombra lungo le frontiere multietniche della California ottocentesca. Lo studio storico di Andes parte dalle radici di Zorro che attingono a figure quali il bandito sociale dello stato messicano di Sonora, Joaquín Murrieta (1824-1853), per seguire poi la saga di una figura che avrebbe attraversato tutti i linguaggi mediatici novecenteschi: il romanzo, i rotocalchi, la radio, il cinema (da Douglas Fairbanks ad Antonio Banderas), la televisione, il fumetto, i video-giochi, segnando in profondità la complessità multicuturale e multietnica nordamericana. Al contempo una figura che, dietro al segno della Z, ha ottenuto un impatto globale sorprendente nella cultura popolare contemporanea, anche italiana (dai vestiti di carnevale alle parodie fumettistiche dello Zorrikid di Jacovitti).

Dopo i saluti del Rettore Gianni Canova, Stephen Andes illustrerà i contenuti del suo volume in dialogo con Massimo De Giuseppe, professore di Storia contemporanea presso la IULM.