facebook

Aggiornamenti sull'emergenza Coronavirus

Università - 22 giugno 2020

Aggiornamento 22 giugno: scarica in questa pagina il Decreto Rettorale relativo alle attività essenziali svolte eventualmente in presenza presso l'Ateneo.


Aggiornamento 22 giugno —  Online l'aggiornamento del Decreto rettorale relativo alle attività ritenute essenziali, per le quali sono individuate "attività indifferibili da rendere eventualmente in presenza" – nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti contagio e delle distanze di sicurezza tra persone.

Aggiornamento 15 giugno   Online l'aggiornamento del Decreto rettorale relativo alle attività ritenute essenziali, per le quali sono individuate "attività indifferibili da rendere eventualmente in presenza" – nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti contagio e delle distanze di sicurezza tra persone.

Aggiornamento 8 giugno   Online l'aggiornamento del Decreto rettorale relativo alle attività ritenute essenziali, per le quali sono individuate "attività indifferibili da rendere eventualmente in presenza" – nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti contagio e delle distanze di sicurezza tra persone.

Aggiornamento 3 giugno   Online l'aggiornamento del Decreto rettorale relativo alle attività ritenute essenziali, per le quali sono individuate "attività indifferibili da rendere eventualmente in presenza" – nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti contagio e delle distanze di sicurezza tra persone. 

Aggiornamento 25 maggio   Online l'aggiornamento del Decreto rettorale relativo alle attività ritenute essenziali, per le quali sono individuate "attività indifferibili da rendere eventualmente in presenza" – nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti contagio e delle distanze di sicurezza tra persone. 

Aggiornamento 17 maggio  Online l'aggiornamento del Decreto rettorale relativo alle attività ritenute essenziali, per le quali sono individuate "attività indifferibili da rendere eventualmente in presenza" – nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti contagio e delle distanze di sicurezza tra persone. 

Aggiornamento 10 maggio  Online l'aggiornamento del Decreto rettorale relativo alle attività ritenute essenziali, per le quali sono individuate "attività indifferibili da rendere eventualmente in presenza" – nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti contagio e delle distanze di sicurezza tra persone. 

Aggiornamento del 3 maggio  Considerata la necessità di dare piena attuazione alle disposizioni in materia di prevenzione e tutela della salute e sicurezza pubblica, la didattica in presenza è sospesa fino al termine del II semestre. Le lezioni si svolgeranno pertanto solo in modalità online. Il I semestre dell’a.a. 2020/21 si aprirà in data 21 settembre 2020 e si concluderà in data 22 dicembre 2020. Sarà in ogni caso garantita la piena fruibilità a distanza di tutti gli insegnamenti del I semestre dell’a.a. 2020-2021 qualora dovesse protrarsi la situazione di emergenza sanitaria. Scarica qui il Decreto Rettorale relativo alla didattica a distanza

Online l'aggiornamento del Decreto rettorale relativo alle attività ritenute essenziali, per le quali sono individuate "attività indifferibili da rendere eventualmente in presenza" – nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti contagio e delle distanze di sicurezza tra persone. 

Aggiornamento del 22 aprile   Online l'aggiornamento del Decreto rettorale relativo alle attività ritenute essenziali, per le quali sono individuate "attività indifferibili da rendere eventualmente in presenza" – nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti contagio e delle distanze di sicurezza tra persone. 

Aggiornamento del 10 aprile  In ottemperanza al nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10.04.2020, la sospensione delle attività didattiche in presenza è prorogata fino al 3 maggio. Scarica il Decreto Rettorale relativo alle attività ritenute essenziali, per le quali sono individuate "attività indifferibili da rendere eventualmente in presenza" – nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti contagio e delle distanze di sicurezza tra persone.

Aggiornamento del 23 marzo  Scarica il Decreto Rettorale relativo alle attività ritenute essenziali, per le quali sono individuate "attività indifferibili da rendere eventualmente in presenza" – nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti contagio e delle distanze di sicurezza tra persone.

Aggiornamento sull'emergenza: sabato 21 marzo

In seguito all'ordinanza della Regione Lombardia si comunica che l'Università IULM prorogherà la sospensione delle attività didattiche in presenza fino al 15 aprile.

Aggiornamento sull'emergenza — domenica 8 marzo 

Ai docenti. Al personale tecnico/amministrativo. Alle studentesse e agli studenti.

Cari amici della comunità IULM,

la scorsa notte è stato firmato il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 08.03.2020. Il DPCM stabilisce nuove misure per il contenimento sull'intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19 e prevede misure specifiche per la Regione Lombardia e per altre Province.

Per tali territori il nuovo DPCM reitera la sospensione della frequenza in presenza di tutte le attività didattiche e curriculari fino al 3 aprile 2020, ferma restando in ogni caso la possibilità di svolgimento delle attività formative a distanza.
Non sono, invece, sospese le attività di ricerca e le attività tecniche ed amministrative.

In particolare, si evidenzia che il DPCM non ha previsto la sospensione delle attività lavorative e che sono possibili gli spostamenti motivati da esigenze lavorative. Di conseguenza risulta possibile raggiungere la sede di lavoro indipendentemente dalla zona di provenienza: al fine di comprovare la necessità di spostamento per esigenze lavorative si invita a muoversi muniti del tesserino di riconoscimento universitario. Pur non risultando necessaria, su richiesta verrà fornita una attestazione riportante la sede di lavoro da parte della struttura di appartenenza o degli uffici del personale.

L’Ateneo in questa difficile situazione, in accordo con i rettori dei territori interessati dal nuovo DPCM, intende:
- espandere ulteriormente il lavoro agile, compatibilmente con le esigenze di servizio;
- favorire l’utilizzo di periodi di ferie, cogliendo la raccomandazione del DPCM 8 marzo 2020;
- potenziare ulteriormente l’uso degli strumenti telematici per tutte le attività compatibili;
- limitare a situazioni di necessità la fruizione dei servizi da parte del pubblico.

Devono essere, tuttavia, garantiti i servizi che assicurano il funzionamento delle attività di didattica a distanza secondo le modalità già comunicate (lezioni e esami di laurea). A tal fine, considerata l’estensione temporale delle misure restrittive, è opportuno che tutti i docenti dell’Ateneo procedano a svolgere tutte le attività didattiche in modalità telematica, affinché il percorso didattico degli studenti non ne risulti danneggiato.

Le indicazioni per le principali attività di ateneo sono le seguenti:
- le attività didattiche (lezioni, esami di laurea) si svolgono esclusivamente per via telematica. Le commissioni di esame si riuniscono in presenza nelle sedi di Ateneo;
- le attività di ricerca, tecniche e amministrative proseguono in presenza nelle strutture di Ateneo. Tutte le strutture di Ateneo restano aperte agli utenti autorizzati.
Sono autorizzati i tirocini e gli stage esterni, ove ammessi dall’ente ricevente;
- le riunioni degli organi collegiali si svolgono esclusivamente per via telematica;
- aule studio e laboratori sono chiusi;
- tutti gli eventi aperti al pubblico sono sospesi.
- è annullata la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico prevista per il 13 marzo pv;
- vengono assicurati tutti i servizi strumentali all’assolvimento delle principali attività di Ateneo così come individuati in precedenza.

Procederemo con successiva comunicazione a fornire i dettagli operativi eventualmente necessari.
Con l’auspicio che l’emergenza diventi per tutti noi un’occasione di crescita, di consapevolezza e di responsabilizzazione, invio a tutti voi i miei più cari e sentiti saluti

Il Rettore
Prof. Gianni Canova

Aggiornamento sull'emergenza Coronavirus  giovedì 5 marzo

Il Consiglio dei Ministri con un decreto in vigore da mercoledì 4 marzo, ha deciso la sospensione delle attività didattiche di scuole e università su tutto il territorio nazionale fino al 15 di marzo.

Restano quindi sospese fino a tale data tutte le attività in presenza: lezioni, esami, conferenze, eventi.
Dalla settimana prossima le lezioni verranno erogate in remoto. Qui tutte le informazioni relative alla Didattica online.

Scarica il Decreto Presidente del Consiglio del 4 marzo


Aggiornamenti sull'emergenza Coronavirus - venerdì 28 febbraio, ore 20.30

Cari studenti, cari colleghi, 

la Conferenza dei Rettori delle Università lombarde - come potete vedere nel comunicato diffuso nel tardo pomeriggio di venerdì 28 - ha deciso di protrarre di un'ulteriore settimana le misure precauzionali per contenere la diffusione del Coronavirus.

Tutte le attività in presenza (lezioni, esami, conferenze, eventi) saranno pertanto sospese fino al prossimo 7 marzo, con probabile ripresa delle lezioni da lunedì 9 marzo.

Voglio però rassicurarvi ancora una volta: l'Università ha predisposto un piano d'emergenza per garantire la piena regolarità dell'anno accademico 2019-2020. Il calendario delle lezioni verrà prolungato di due settimane in modo da recuperare le due settimane di sospensione, senza peraltro posticipare le date già previste per le lauree di luglio. Nel frattempo stiamo sperimentando già dalla settimana entrante forme di didattica on line. Dal 9 marzo, ove l'emergenza sanitaria dovesse ulteriormente protrarsi, le lezioni verranno erogate in remoto secondo modalità che saranno tempestivamente comunicate a tutti gli interessati.

Voglio tranquillizzare anche tutti quelli che hanno in programma l'Esame di Laurea triennale o magistrale nell'ultima settimana del mese di marzo: anche in questo caso, se l'emergenza si dovesse protrarre, prevediamo di organizzare la discussione a distanza, secondo modalità che stiamo mettendo a punto in questi giorni, per consentire a tutti gli interessati di completare regolarmente il proprio percorso di studi, di iscriversi a corsi successivi o di iniziare le proprie esperienze lavorative.

Voglio infine ringraziare tutta la comunità IULM per il senso di responsabilità e di dedizione mostrata in questo difficile periodo: il personale che ha presidiato gli uffici e ha garantito comunque l'apertura dell'Università, i docenti che hanno mantenuto contatti con i propri studenti senza soluzione di continuità, gli studenti che hanno capito la gravità della situazione e hanno fatto sentire la loro vicinanza all'Ateneo, i ragazzi di Radio IULM che con il format Quarantenna hanno seguito in diretta - trasmettendo ogni giorno - l'evolversi della situazione. Sono segnali incoraggianti, che ci dicono come IULM stia facendo argine contro il diffondersi di un contagio pericoloso quanto il Coronavirus: quello della psicosi che rischia di minare le basi stesse della nostra socialità.

Con questo sentimento di ottimismo, gratitudine e fiducia, invio a tutti voi i miei più cari saluti.

Il Rettore
Gianni Canova

Scarica il Comunicato della Conferenza dei Rettori delle università lombarde.