facebook

Il Prof. De Giuseppe incaricato della relazione con l’International Network of Peace Museums

Notizie - 24 agosto 2020

L’incarico affidato dalla nascente Rete delle Università per la Pace promossa dalla CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane)


Il network si prefigge di mettere in comunicazione le università già impegnate o che intendono impegnarsi per la costruzione della Pace “positiva”. “La finalità principale della rete,” dice il comunicato della CRUI “è la diffusione della cultura e della pratica della pace positiva, in modo da rafforzare la riconoscibilità dell’esperienza italiana a livello internazionale e di incrementare le ricadute positive delle azioni poste in essere dai membri della rete”. Il punto di riferimento della Rete è il Centro Interdisciplinare Scienze per la Pace (CISP) dell’Università di Pisa.

Il Prof. Massimo De Giuseppe, che nel nostro Ateneo insegna Storia contemporanea, è stato incaricato di tenere le relazioni con l’International Network of Peace Museums, importante istituzione che raggruppa i Musei della Pace del mondo intero: tra questi, il Peace Museum di Chicago, l’International Red Cross and Red Crescent Museum di Ginevra, il Nobel Peace Centre di Oslo, il Peace Museum di Bradford in Gran Bretagna.

In un articolo dal titolo I musei della pace: una speranza anche italiana? per “Scienza e Pace Magazine” del CISP, letto integralmente nel corso del programma “Pagina 3” di RadioTre della RAI, il Prof. De Giuseppe analizza in profondità l’esperienza dei Musei della Pace, evidenziando come i ritardi fatti segnare dal nostro Paese in questo ambito possano essere superati anche grazie alla costituzione della Rete delle Università per la Pace.

Leggi qui l’articolo