facebook

40 anni senza Maria Callas

15 settembre 2017
Gli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Televisione, cinema e new media sono stati alla Scala di Milano per la diretta dell'evento dedicato alla più grande cantante lirica di sempre!

Profetico fu Montale quando, riferendosi a Mara Callas, scrisse: “Quando non canterà più, lascerà dietro di sé una leggenda”. Quarant’anni dopo la sua morte, la Callas è ancora la diva triste che visse d’arte e d’amore come le eroine che portava in scena. Per celebrare il suo mito il Teatro alla Scala di Milano le ha dedicato la mostra “Maria Callas in scena - Gli anni della Scala” (a cura di Margherita Palli - Museo Teatrale alla Scala dal 15 settembre, in collaborazione con Hearst Italia) e un evento che si è tenuto lo scorso 14 settembre. Una serata ripresa dagli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Televisione, Cinema e New Media e trasmesso in diretta streaming sul sito del Teatro milanese.

Un evento che ha portato in teatro quasi duemila spettatori ad ascoltare i racconti di Rolando Panerai, che con lei cantò, di Lucia Mandelli, che fu Annina nella Traviata con la regia di Luchino Visconti e negli anni è diventata una colonna del loggione scaligero, dell'amica Giovanna Lomazzi, di Eliana De Sabata, figlia del direttore Victor, del musicologo Jacopo Pellegrini, del regista Filippo Crivelli moderati dal giornalista Fabio Cappelli, di Rai News 2.

La serata ha regalato hai suoi spettatori anche alcune testimonianze video storiche e due nuovi contributi: un’ intervista al soprano Raina Kabaivanska, realizzata da IULM Communication e un’anteprima del documentario di RaiStoria “Ricordando Maria Callas”, curato da Enrico Salvatori, che ricostruisce il primo omaggio della Scala al grande soprano a un mese dalla sua scomparsa nel 1977.