facebook

Storia d'Italia nella guerra fredda

Guido Formigoni
Title book

Anno 2016

(1943-1978)

Storia d'Italia nella guerra fredda

«La democrazia italiana ha saputo costruire una sua tormentata evoluzione, anche addomesticando i fantasmi della guerra fredda, evitando la possible degenerazione dello scontro e inserendosi positivamente in un alveo europeo. In qualche occasione, anzi, proprio le necessità e le contiguità della guerra fredda hanno dato forza alle componenti interne della democrazia italiana che volevano consolidarla in senso inclusivo»

La politica dell’Italia repubblicana si è largamente specchiata nel bipolarismo della guerra fredda internazionale: dalla rottura dell’alleanza antifascista con l’esclusione delle sinistre dalla sfera di governo, passando per la contrastata vicenda del centro-sinistra, fino all’avvicinamento di Dc e Pci nella «solidarietà nazionale», all’epoca della distensione. In uno straordinario affresco, sono ricostruiti tutti i risvolti del cammino della democrazia italiana nel quadro dell’equilibrio bipolare: il peso e i limiti delle superpotenze (in particolare degli Stati Uniti); le logiche di scontro fino alle soglie della guerra civile che misero a dura prova la convivenza costituzionale; l’azione dei politici, dei diplomatici e dei militari che utilizzavano sponde internazionali per i propri fini.