facebook

La città e gli spazi lontani. Memorie culturali, tra recupero del passato e ricostruzione del futuro

Responsabile: D.ssa Martina Treu

Anno 2019

Il progetto interdisciplinare del gruppo di ricerca ha inteso promuovere il recupero e la conservazione dei monumenti antichi e moderni come luoghi di produzione artistica e strumenti di dialogo interculturali, valorizzare l’importanza della memoria per la definizione delle identità e dei sentimenti di appartenenza comunitaria, esplorare le potenzialità di natura politica e sociale degli spazi dedicati alla memoria culturale, specie in epoche e luoghi caratterizzati da conflitti interculturali. Tra gli oggetti di studio vi sono stati testi e monumenti della memoria culturale, materiale e immateriale, inclusi gli allestimenti e riscritture che si rifanno alla tradizione classica dell’epica e del teatro, artistica e culturale, contaminandoli con nuove forme di spettacolo. Si è esplorata la dimensione della trasformazione della memoria nella città, partendo dalle connessioni con il territorio europeo di Milano e in particolare nel quartiere della Barona. Si sono analizzate anche esperienze specifiche, in relazione alla memoria della tratta schiavistica e dello sviluppo locale nell’Africa subsahariana (in particolare nella Guinea Bissau), alle guerre civili centroamericane e all'uso della dialettica storia/memoria nei processi di riconciliazione nazionale, in Italia e all’estero.. In ambito internazionale si sono rafforzati i rapporti già allacciati con istituzioni, enti nazionali, gruppi di ricerca internazionali e si è ulteriormente allargata la rete di relazioni in Portogallo, Brasile, Francia e Guinea Bissau e Italia (Università Bicocca di Milano). Il gruppo ha partecipato attivamente e anche organizzato convegni in Italia e all’estero sulle tematiche proprie della ricerca. Sono stati pubblicati saggi in volumi miscellanei e articoli su riviste scientifiche di fascia A di diversi settori scientifico-disciplinari.