facebook

L’ISLAM E LA DISTRUZIONE DEL PASSATO: ARCHEOLOGIA, ANTROPOLOGIA, ESTETICA

Responsabile: Prof.ssa Maria Tilde Bettetini

Anno 2016

Distruzione di monumenti e opere d’arte, saccheggio di siti archeologici. La demolizione di un passato non riconosciuto come tale, ritenuto “falso”, dunque degno di essere distrutto, sembra essere la motivazione a fondamento dei comportamenti iconoclasti a sedicente base islamica. Questo comporta una riduzione del passato a qualcosa da cancellare nella sua consistenza materiale, o da sfruttare come fonte di guadagno economico e non come una dimensione da valorizzare, conservare, tutelare e comunicare per il futuro. Su queste tematiche si è concentrata l’analisi del gruppo di ricerca interdisciplinare che ha tenuto conto della dimensione archeologica, antropologica, storica, filosofica. Tra gli obiettivi conseguiti si segnalano:

  • incontri seminariali con inviti mirati di esperti (aperti al pubblico) in grado di fornire ulteriori strumenti di lavoro e riflessione
  • disseminazione dei risultati attraverso elaborazione congiunta di programmi didattici
  • attività di ricerca e terza missione di cui si riepilogano le principali:
    • MISSIONE DI STUDIO IN KURDISTAN IRACHENO: attività di raccolta dati sul valore del patrimonio culturale nella piana di Erbil
    • PRESENTAZIONE del volume “Distruggere il passato” di Maria Tilde Bettetini (Raffaello Cortina, Milano 2016), 18 ottobre 2016, Teatro Franco Parenti, Milano
    • SEMINARI INTERNAZIONALI: Disumanizzazione, Trauma, rappresentazione, La rappresentazione del trauma nei musei della memoria: chi racconta la storia? La valorizzazione del patrimonio immateriale nel piano turistico del Marocco, Liberare Ninive. La guerra a Daesh e la riconquista del passato. In collaborazione con Master di Giornalismo IULM, Venerdì 16 dicembre 2016; Da Baghdad a Mosul architetture, distruzioni e rinascite (30 marzo 2017); La minaccia di Daesh declinata nelle sue strategie comunicative (9 maggio 2017)
    • RASSEGNA ‘Il Patrimonio per/di tutti. Le Storie dei Musei. Come scoprire quel che le opere non dicono’ a cura di Archeostorie. Journal of Public Archaeology’ al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. Festa dei Musei MiBACT (21 maggio 2017).