Le fasi del progetto

Call for ideas

La prima fase dello studio, coordinato nel suo complesso dai professori Vincenzo Russo (Psicologia delle Organizzazioni
e del Lavoro Consumi - Università IULM di Milano) e Vincenzo Pavone (Chimica Generale e Inorganica – Università Federico II di Napoli) e Angela Lombardi (Chimica Generale e Inorganica – Università Federico II di Napoli), si è concretizzata nella raccolta dei progetti di ricerca.

In totale sono pervenuti 117 progetti che coinvolgono 31 Atenei e circa 500 docenti: una mobilitazione massiccia che palesa la reattività delle nostre università agli stimoli provenienti dall’esterno. Ormai da anni gli Atenei hanno stabilito rapporti positivi con il proprio territorio di riferimento e con le imprese, hanno sviluppato la ricerca applicata e si sono attrezzati per il trasferimento tecnologico, hanno dato vita a numerosi spin-off.

L’analisi desk e la valutazione dei progetti

Un’analisi desk ha successivamente permesso di individuare i temi sui quali maggiormente vertono i progetti raccolti.

Ambito Alimentazione
- Agro-alimentare (gestione della filiera produttiva, sicurezza alimentare)
- Medico (disturbi alimentari, sperimentazione nuovi protocolli terapeutici)
- Scienze sociali (evoluzione stili alimentari, influenze culturali)

Ambito Sostenibilità
- Efficienza energetica
- Sviluppo socialmente responsabile

Ambito Multiculturalità
- Integrazione sociale
- Identità interculturale
- Pedagogia ed educazione

Tutti i progetti presentati sono stati successivamente analizzati e valutati in ambito accademico. In fase di valutazione, è stato attribuito particolare rilievo alla capacità degli Atenei a collaborare fra loro, a interagire, a favorire l’interscambio delle conoscenze. E’ la logica di sistema che sta alla base dell’intera iniziativa.

“Nonostante le apparenze, l’Università ha sempre espresso un’incredibile capacità di risposta ai bisogni della società. Nata e sviluppatasi per secoli per rispondere a una doppia missione, quella della formazione e della ricerca, essa si trova oggi di fronte alla più entusiasmante fra le sfide. La società contemporanea chiede all’accademia di aiutarla a realizzare il cambiamento e a produrre innovazione. Le chiede di trasmettere al territorio i propri risultati per generare sviluppo economico e sociale. E gli Atenei, grazie alla loro capacità di fare sistema stanno rispondendo prontamente e con efficacia.” sostiene Patrizio Bianchi, Presidente della Fondazione CRUI.

I 4 progetti finanziati da Nestlé

Dal lavoro di valutazione è scaturita una short list di progetti giudicati estremamente validi dal punto di vista scientifico.
Tra questi progetti Nestlé ne ha identificati quattro che, maggiormente in linea con le priorità strategiche del Gruppo,
verranno finanziati nell'arco del biennio 2009/2010.

“Sono quattro progetti multidisciplinari che, in un’ottica di sistema, prevedono il coinvolgimento di più Atenei e che hanno una forte valenza scientifica. I risultati attesi sono importanti. È anche per questo che, in corso d’opera, sono previsti momenti di verifica sullo stato di avanzamento dei lavori di ricerca. Alla nostra chiamata hanno risposto tanti Atenei: è un dato lusinghiero è la conferma che, nonostante le oggettive difficoltà in cui esso oggi versa, il nostro sistema accademico è vivo e reattivo agli stimoli .” dichiara Giovanni Puglisi, Vice Presidente CRUI.

TITOLO: Nuovi materiali polimerici per l’imballaggio rigido e flessibile di alimenti

ATENEI COINVOLTI: Università degli Studi di Napoli Federico II

DURATA: Biennale

OBIETTIVI: Questo progetto si propone di studiare materiali a matrice polimerica da utilizzarsi sotto forma di films o come singolo strato o come componenti di materiali multistrato per l’imballaggio attivo, rigido e flessibile di alimenti freschi in grado di garantire una buona conservazione della qualità del prodotto a lungo termine in condizioni blande di
refrigerazione.

-----------------------------------------------------------------------------------

TITOLO: I principi della sostenibilità: dai valori dichiarati ai comportamenti di consumo alimentare.
Analisi del ruolo dei media nella costruzione e diffusione della rappresentazione sociale della sostenibilità

ATENEI COINVOLTI:
Università di Palermo
Università IULM di Milano
Università di Catania
Università di Pavia
Università Statale di Milano

DURATA: Biennale

OBIETTIVI: L’analisi prevede lo studio di due diversi processi: da una parte il rapporto tra comunicazione e il valore della sostenibilità, dall’altra le tendenze dei consumatori nei confronti del consumo sostenibile, con particolare riferimento ai consumi alimentari

-----------------------------------------------------------------------------------

TITOLO:
La reputazione dei cibi nei processi di decisione di consumo alimentare

ATENEI COINVOLTI:
Università degli Studi di Roma La Sapienza
Università di Roma Tre
Libera Università "Maria SS Assunta" Lumsa di Roma
Università degli Studi di Cagliari

DURATA: Biennale

OBIETTIVI: L’analisi delle determinanti del processo di decisione nei comportamenti di consumo di prodotti alimentari è
l’oggetto di questo progetto.

-----------------------------------------------------------------------------------

TITOLO:
Verso l’individuazione di indicatori precoci dello stress idrico e carenza di nutrienti in agricoltura: sviluppo di metodi innovativi di telerilevamento iperspettrale da aereo

ATENEI COINVOLTI:
Università degli Studi di Firenze
Università di Napoli Federico II
Università degli Studi Milano Bicocca

DURATA: Annuale

OBIETTIVI:Il principale obiettivo del progetto è quello di testare e rendere operative tecniche innovative di telerilevamento iperspettrale finalizzate alla detenzione precoce di stress utilizzando sensori aviotrasportatori.

 

La pubblicazione accademica

Questi e tutti gli altri progetti verranno resi noti alla business community attraverso la pubblicazione ‘Alimentazione, Sostenibilità, Multiculturalità e Azioni, riflessioni e temi di ricerca’ presentata oggi. Essa raccoglie la sintesi dei progetti, i riferimenti accademici, i materiali reperiti, le interviste ai ricercatori, nonché i commenti di alcuni opinion leader.
Nelle sue pagine è racchiuso un patrimonio di intuizioni scientifiche, testimonianze esplicite delle energie attive nei nostri Atenei. L’obiettivo è che non vadano disperse, affinché possano trovare in un prossimo futuro ulteriori occasioni di finanziamento.


Right Arrow Report di ricerca

Scarica il report di ricerca

Bibliografia area scientifico naturalistica tecnologica*

*Per l'ampiezza dei contenuti non è stato possibile includerla nel volume