Fasce contributive

I criteri di Valutazione e l'assegnazione nelle fasce contributive per gli studenti stranieri.

La condizione economica e patrimoniale dello studente appartenente all’Unione Europea – da certificare mediante la produzione di documenti anagrafici, fiscali e patrimoniali con traduzione autenticata, è valutata, ove occorra, in base al tasso di cambio medio dell’euro per l’anno 2015.

In base al D.P.R. 31 agosto 1999, n. 394, la condizione economica e patrimoniale per gli studenti stranieri non appartenenti all’Unione Europea è valutata sulla base del cambio medio del 2015.

Gli studenti non appartenenti all’Unione Europea i cui nuclei familiari siano residenti in Italia e che producono la debita documentazione dei redditi e dei patrimoni prodotti in Italia, verranno assimilati alla normativa prevista per gli studenti italiani.

Gli studenti non appartenenti all’Unione Europea i cui nuclei familiari risiedano nello Stato estero di provenienza dovranno produrre la seguente documentazione anagrafica, reddituale e patrimoniale:

  • documento aggiornato attestante la composizione del nucleo familiare estero;

  • reddito dell’anno solare 2015 di ciascun componente la famiglia (il documento deve chiaramente riportare che i redditi sono riferiti all’anno solare 2015; qualora uno o più componenti, di età superiore o uguale a 18 anni nel corso del 2015, non abbiano percepito reddito nell’anno 2015, è fatto comunque obbligo di presentare una dichiarazione in tal senso);

  • fabbricati di proprietà della famiglia alla data del 31.12.2015 (il documento deve essere rilasciato dall’autorità pubblica che possa fornire la situazione a livello nazionale) con l’indicazione dei metri quadrati o certificato di assenza di proprietà di fabbricati per ogni membro di età superiore o uguale a 18 anni nel corso del 2015;

  • attestazione del patrimonio mobiliare posseduto alla data del 31.12.2015 dalla famiglia (espresso in titoli, dividendi, partecipazioni azionarie, frazione di patrimonio netto di eventuali aziende possedute, ecc.)

La documentazione sopra elencata deve:

  • essere rilasciata dalle competenti autorità del Paese in cui i redditi sono stati prodotti;

  • essere tradotta in italiano e legalizzata secondo le normative indicate nel Regolamento per l'assegnazione della fascia contributiva;

  • avere data successiva all’1.1.2016.

Gli studenti che appartengono alla quinta fascia contributiva non dovranno effettuare la compilazione del form online e la conseguente procedura di perfezionamento della richiesta.

Per maggiori dettagli consultare il Regolamento per l'assegnazione della fascia contributiva per l'anno accademico 2016/2017, disponibile per il download in questa pagina, in alto nella colonna di destra.