News
Le notizie, i convegni, i seminari, le mostre, gli incontri. Un importante valore aggiunto alla formazione accademica.
Item categoryLavoro
April 10, 2015

Studenti-reporter alla Design Week

IULM Communication Management nasce dalla volontà di unire il mondo dei servizi di comunicazione e l’offerta di giovani universitari che da anni l’Università IULM prepara per il mercato del lavoro.  La scelta di coinvolgere giovani ancora in formazione o all'inizio della professione deriva dalla volontà di praticare e sperimentare nuove forme di collaborazione fra il mondo dell'alta formazione e il mondo delle imprese che vogliono rinnovare modi e forme di comunicazione. Un progetto, quindi, che tende ad aiutare i giovani che si affacciano al mondo del lavoro nello sviluppo di soft skills necessarie per inserirsi in modo efficace nelle aziende ma anche un’officina che possa mostrare in maniera attiva i propri talenti. Produzione di contenuti, progetti comunicativi crossmediali, costruzione di brand image sono alcune delle aree che verranno proposte alle aziende.

In occasione del prossimo Salone del Mobile 2015, al via la prima attività della giovane squadra IULM, 12 ragazzi tra professionisti affermati, neolaureati e laureandi, tutti formati nella Fabbrica del Sapere che lavorerà a fianco di Webmobili Group, società operante in Italia nell’editoria digitale dal 2000, con forte verticalizzazione  sull’informazione al consumatore finale  relativa a prodotti d’arredo per la casa. Un sistema che rappresenta nel mondo più di 2000 negozi d’arredamento, oltre che la gamma di 800 aziende di produzione e viene consultato ogni anno da circa 9 milioni di utenti.

Il 14 aprile Webmobili Group lancerà il magazine internazionale Designbest che avrà  come propria mission quella di rendere accessibile il design ad un pubblico non necessariamente educato alla cultura del progetto, attraverso una linea editoriale che privilegerà contenuti d’ispirazione. E quale miglior modo se non coinvolgere in prima persona le nuove generazioni?

Iulm Communication Management, infatti, seguirà il Salone del Mobile 2015 con una modalità di racconto che si propone di rompere l'autoreferenzialità che spesso compromette - almeno parzialmente - l'efficacia della comunicazione che il mondo del design costruisce attorno a se stesso. Delle gioco-interviste rivolte a 20 tra le aziende più famose del panorama internazionale, brevi reportage giornalieri cadenzati dai suoni provenienti dal mondo del design per arrivare al vlogging-telling. Giovani creativi armati di smartphone e tablet pronti a captare e trasmettere tempestivamente tutto ciò che accade e che più li colpisce. Immagini fotografiche, microvideo da 6 o 15 secondi per raccontare i volti, gli oggetti, le parole, le installazioni e gli happening  della 54° edizione del Salone del Mobile.

Condividi:Share facebookShare twitterShare Linkedin