News
Le notizie, i convegni, i seminari, le mostre, gli incontri. Un importante valore aggiunto alla formazione accademica.
Item categoryEventi
December 11, 2017

Marina Di Guardo in IULM

Una scrittrice non convenzionale, che racconta storie difficili da perimetrare nelle gabbie dei generi. Un libro a cavallo tra un thriller noir e romanzo di formazione ma che non manca, in alcuni tratti, di tingersi di rosa. Un tema difficile da trattare ma estremamente attuale come quello della violenza sulle donne. Marina Di Guardo, sarà ospite in IULM il 18 dicembre, alle ore 16.30, in Aula Seminari, per parlare del suo ultimo romanzo, Com’è giusto che sia (Mondadori, 2017), una storia da leggere tutto d’un fiato grazie alla scrittura diretta, tagliente ed estremamente visiva. Per la Di Guardo raccontare è innanzitutto esplorare e tentare di comprendere ciò che fuori dal racconto è incomprensibile e inaccettabile.

Non è facile raccontare la violenza sulle donne, non è facile viverla sui propri personaggi. Non c’è redenzione in Com’è giusto che sia, non c’è luce alla fine del tunnel: nessuno è salvo, nessuno è buono, nessuno è un cliché, ed è in questa assenza di facili confort zone narrative che apprezziamo maggiormente il racconto onesto della Di Guardo. Un noir che, come tutti i libri della scrittrice novarese, racchiude tanti piccoli volti e micro-narrazioni spesso difficili da individuare specificatamente, ma nascosti nel retrogusto della lettura, da assaporare alla fine con gli occhi chiusi come un buon vino.

L'incontro sarà introdotto e moderato dal Prof. Fabio Vittorini.

L'evento è realizzato dal team EspressioneIULM con la collaborazione della Rappresentanza Studentesca.

Condividi:Share facebookShare twitterShare Linkedin