Progetti del Dipartimento

  • Osservatorio sulla comunicazione: I settori dei media classici
    Proponenti: Luca Barbarito
    Ricercatori: Annamaria Bagnasco, Antonella Ardizzone, Ivan Berni (Dip.CAM)

Questo osservatorio vuole presentare i n modo ciclico, lo stato di salute di alcuni settori dei mezzi di comunicazione classici. I settori studiati in questo primo rapporto sono i giornali, la televisione e la radio. L’approccio è quello dell’economia industriale e per ogni settore si accennerà alla situazione mondiale, alla tecnologia, ai nuovi attori, alla regolamentazione, alle caratteristiche della domanda, a quelle dell’offerta ed infine ai risultati delle imprese. È prevista la pubblicazione di un libro.

  • L’Ordinamento universitario
    Proponenti: Carla Barbati
    Ricercatori: Antonella Sau

Il sistema universitario è stato interessato da una estesa riforma, avviata dalla legge 30 dicembre 2010, n. 240, con la quale si è richiesto alle Istituzioni universitarie, alla comunità scientifica ed accademica di rispondere a nuovi obiettivi di qualità ed efficienza. A quasi sette anni dall’entrata in vigore della riforma sono oramai maturi i tempi per una riflessione complessiva sull’ordinamento universitario, non solo per verificare “quanto è stato fatto” ed esprimere qualche valutazione sul “come”, ma soprattutto per sollecitare interventi correttivi e/o cambi di direzione.

  • Creatività e turismo, tra economia, comunicazione e marketing
    Proponenti: Angela Besana
    Ricercatori: Annamaria Esposito

Il progetto intende verificare finanziamenti, revenue model, corporate branding, marketing e fundraising della creatività non solo nazionale. In particolare, si approfondirà il fenomeno del turismo culturale-creativo e i social media come ulteriori leve di sviluppo e comunicazione.

  • SoS-Social on Social Percezioni e aspettative dei consumatori digitali in relazione a iniziative sociali
    Proponenti: Andrea Carignani, Vanessa Gemmo
    Ricercatori: Anita Longo

Il progetto è finalizzato ad analizzare le percezioni e le aspettative dei consumatori digitali in relazione a iniziative sociali: l’indagine vuole studiare, in particolare, quali comportamenti e quale predisposizione gli utenti abbiano a utilizzare strumenti e tecnologie social (social network, chat etc) per avvicinarsi e partecipare a iniziative sociali di supporto solidale (donazione, volontariato etc). Nel dettaglio, l’indagine Social on Social intende analizzare il comportamento dei digital active consumer attraverso un questionario strutturato da erogarsi ad un campione di 500 utenti in Italia e Stati Uniti. Tale progetto si inserisce in un filone di ricerca più ampio e finalizzato a studiare le relazioni tra nuove tecnologie e temi quali sostenibilità, impegno sociale, responsabilità etica, ed economia partecipata e collaborativa.

  • Genesi e sviluppo delle capabilities organizzative nel settore del turismo
    Proponenti: Manuela De Carlo
    Ricercatori: Francesca Cabiddu (Uni_CA), Gabriele Piccoli (Louisiana_Uni)

La ricerca si focalizza sulla genesi e lo  sviluppo di capabilities organizzative nel settore del turismo attraverso due studi. Il primo analizza le determinanti della maturità di una IT dynamic capability nel settore hospitality attraverso lo sviluppo di una tassonomia  di livelli di maturità dell’azienda con riferimento a questa specifica capability. La maturità è misurata come grado di abilità con cui l’azienda utilizza Internet per la generazione di domanda, la distribuzione digitale multi-canale e l’ottimizzazione dei risultati economici.
Il secondo studio esplora la creazione di una capability a livello di destinazione turistica (la creazione di un nuovo prodotto in una destinazione alpina) secondo due prospettive complementari: i) l’identificazione degli elementi che definiscono questa competenza collettiva (prospettiva statica) e ii) l’analisi delle interazioni tra questi elementi (prospettiva dinamica).  Il lavoro si concentra su una specifica capability: la creazione di  un nuovo prodotto in una destinazione alpina.

  • Nuova ontologia ed epistemologia per umano e non-umano, naturale e artificiale
    Proponenti: Riccardo Manzotti, Mauro Ceruti (Dip. CAM)

Il progetto si propone di definire un quadro concettuale neutro rispetto alla dimensione mentale-soggettiva e alla dimensione fisico-naturale. A tal fine, oltre a incontri e articoli, il progetto prevede la curatela di un numero speciale della rivista Frontiers in Psychology sul tema “Neo-Naturalist Approaches to Consciousness” 

  • Exploring the effects of sales automation on customer experience
    Proponenti: Francesco Massara
    Ricercatori: Daniela Corsaro, Stefania Romenti, Emma Zavarrone, Grazia Murtarelli

L’automazione dei processi commerciali, dal marketing alle vendite, diventa imperativa a causa del rapido ritmo di integrazione di “macchine intelligenti” al processo di erogazione di servizi.  È tuttavia ancora presto per essere ottimisti o pessimisti riguardo a tali processi, soprattutto in merito agli effetti sulla customer experience.  La domanda a cui il progetto vuole rispondere riguarda le ricadute della sales & marketing automation (SMA) sul comportamento del consumatore in termini di aspettative positive o negative, atteggiamenti, comportamenti di adozione e infine soddisfazione. 

  • Rapporto sulla comunicazione interna nelle aziende italiane. Comunicazione e relazioni organizzative per il vantaggio competitivo
    Proponenti: Alessandra Mazzei
    Ricercatori: Luca Quaratino, Alfonsa Butera, Stefano Draghi, Silvia Ravazzani (Aarhus Uni. Danimarca), Jeong-Nam (Oklahoma Uni. USA), Chiara Fisichella (collab. IULM), Valentina Pedrazzini (collab. IULM).

Il Rapporto sullo stato della comunicazione interna nelle grandi aziende in Italia mapperà i processi relazionali e interattivi alimentati sia attraverso strumenti e iniziative di comunicazione sia tramite le relazioni interpersonali tra capi e collaboratori e tra colleghi. Particolare attenzione sarà dedicata alla valenza comunicazionale attribuita dalle aziende ai sistemi di gestione delle risorse umane.

La finalità del Rapporto è ricostruire una fotografia dello stato dell’arte di questa funzione aziendale e del relativo ambito professionale, la sua collocazione organizzativa e il rapporto con le altre leve di gestione delle risorse umane, le criticità, le prospettive future.

Il Rapporto sulla comunicazione interna sarà realizzato periodicamente al fine di monitorare una funzione aziendale in costante e rapida evoluzione, con i conseguenti cambiamenti nei bisogni di competenze necessarie.

La direzione scientifica della ricerca è affidata alla professoressa Alessandra Mazzei. Il progetto si avvale di un team interdisciplinare e beneficerà della collaborazione con università straniere e della connessione con il CCI Corporate Communication Study, pubblicato ogni anno dal Corporate Communication International at Baruch College/CUNY.    

  • Famiglia, Strategie e Performance Aziendali
    Proponenti: Pietro Mazzola, Salvatore Sciascia
    Ricercatori: Lucia Naldi (Uni.Jonkoping), Alessandro Minichilli (Uni.Bocconi), Jonathan Bauweraerts (Uni. Mons), Alfredo De Massis (Uni.Lancaster), Claudia Pongelli (Uni.LUISS),
    Cristina Bettinelli (Uni.Bergamo) 

E’ un progetto di durata triennale che nasce con l’obiettivo di approfondire le determinanti delle strategie e dei risultati aziendali in un periodo storico in cui la sopravvivenza delle imprese risulta quanto mai difficile. Il progetto nasce dall’assunto che buone strategie (in particolare, di internazionalizzazione e di innovazione) e buoni risultati aziendali (di natura economica e sociale) si alimentano vicendevolmente, permettendo così di garantire la sopravvivenza delle imprese e la ripresa economica del Paese. Lo studio si focalizza sulle imprese di natura familiare in quanto rappresentano lo “zoccolo duro” della nostra economia e pertanto una  loro ripresa rappresenterebbe una ripresa del più ampio sistema economico italiano. In particolare, si cercherà di rispondere alla seguente domanda di ricerca: in che modo la presenza della famiglia nell’impresa influenza la sua capacità di sviluppare strategie adeguate e conseguire risultati soddisfacenti? 

  • L’accoglienza alberghiera: sfide e opportunità per un futuro sostenibile
    Proponenti: Ariela Mortara, Rosantonietta Scramaglia (Dip.CAM)
    Ricercatori: Roberto Lavarini (docente a contratto-Dip. CAM), Simonetta Muccio, Laura Pellegri, Vittoria Sinisi (collaboratori IULM)

Il progetto si propone Indagare l’area dell’accoglienza turistica alla luce della crescente spinta verso un turismo sostenibile.In particolare, la ricerca indagherà gli ambiti della comunicazione, dei servizi, della sicurezza, della promozione del territorio, dell'offerta enogastromica e degli ambienti anche alla luce della diffusa richiesta da parte dei consumatori/viaggiatori di soluzioni che abbiano un impatto inferiore sull'ambiente.

  • Canone e anti-canone, contraddizione e sistema tra diritto e letteratura
    Proponenti: Giuseppe Rossi
    Ricercatori: Maria Migliazza, Paola Carbone ( Dip. St. Umanistici)

Il progetto, che viene svolto in collaborazione con l'Associazione Italiana di Diritto e Letteratura, si propone di indagare vari aspetti della dissoluzione dell'idea del diritto come fenomeno sistematico, vale a dire come insieme coerente di concetti e regole unificati da nessi logici.
Allo stato attuale, sono stati presentati diversi lavori in sedi congressuali, ed è in corso di redazione, da parte della prof. Paola Carbone e del prof. Giuseppe Rossi un'opera monografica sul rapporto tra diritto e comicità, nel cui ambito si esamina, tra l'altro, come la comicità ponga in risalto il carattere spesso solo apparente della logica giuridica

  • L’impatto sui consumatori di caratteristiche estetiche e informazioni veicolate dal packaging in ambito “food and wine”: un’analisi neuroscientifica e comportamentale interculturale (Italia – Belgio – Danimarca)
    Proponenti: Vincenzo Russo, Paolo Moderato
    Ricercatori: Massimo Bustreo, Giulia Songa, Andrea Ciceri, Maurizio Mauri, Giorgio Gabrielli,
    Francesco Pozzi, Hendrik Slabbinck (Ghent Uni.), Jesper Clement (Business Sc.Copenaghen),
    Luca Mainardi (Politecnico MI), Rita Laureanti (Politecnico MI)

L’obiettivo del progetto è lo studio con tecniche classiche e neuroscientifiche dell’impatto del packaging sul consumatore nell’ambito “food and wine”, con particolare riferimento al ruolo della dimensione biologica-biodinamica e sostenibilità ambientale. In particolare, verranno prese in considerazione, oltre che il riferimento al tema ambientale, anche le specifiche caratteristiche estetiche delle bottiglie di vino per la parte vino (la forma, il colore, il tipo di etichetta…),  e il packaging di prodotti legati alla sostenibilità per verificare il ruolo che hanno su consumatori provenienti da culture differenti (italiana, danese, belga).

Si esplorerà anche il processo decisionale, verificando:

  1. Il rischio percepito delle differenti culture.
  2. Il gradimento delle differenti culture (preferenza per soluzioni grafiche moderne o tradizionali).
  • Strategie e performance nel settore turistico e ricettivo
    Proponenti: Ruggero Sainaghi

Il progetto coinvolge sia colleghi dell’Ateneo (prof. Aurelio Mauri, prof.sas De Carlo) sia di altre università italiane (prof. Rodolfo Baggio, Università Bocconi) e straniere (prof. Paul Phillips, Kent University, UK).

L’attività di ricerca ha come baricentro la misurazione dei risultati e il loro legame con la strategia e prevede quattro ambiti di lavoro:

  1. lo sviluppo di “destination capabilities”: un filone di ricerca esplora la formazione di “destination capabilities” funzionali alla creazione di vantaggi competitivi, capaci di accrescere le performance di tali realtà territoriali (destinazioni);
  2. la misurazione delle performance nelle imprese alberghiere: questo secondo filone intende analizzare come si è evoluto il tema della misurazione dei risultati per questo comparto, da sempre indicato come quello più rilevante e distintivo per il “settore” del turismo;
  3. l’effetto generato dagli eventi sulle performance delle imprese locali: all’interno di questo terzo filone di indagine, si intende esplorare l’effetto generato dall’Expo sul comparto ricettivo milanese;
  4. l’analisi delle destinazioni viste come sistemi complessi: si tratta di un filone di studi già coltivato negli ultimi anni in collaborazione con il prof. Baggio (Bocconi). Ai fini del presente progetto, si vuole realizzare uno studio estensivo incentrato sulle province autonome di Trento e Bolzano.

Il progetto intende sviluppare quattro paper di fascia A, di cui a fine dicembre 2017, uno è già stato pubblicato, uno è stato accettato, uno è in terza revisione e un quarto ha superato il primo round di revisione.

 


Right Arrow Rete IULM

Masterx

ALIULM Associazione Laureati IULM

5 per mille